[BNPL per il Business] USA: Nuove regole per i BNPL

Il Consumer Financial Protection Bureau (CFPB) americano ha annunciato una nuova norma interpretativa che tratterà le società di #BNPL al pari delle carte di credito, sottoponendoli alle stesse normative di protezione dei consumatori. Entrerà in vigore tra 60 giorni. :fuoco:
É una mossa lungimirante e necessaria per proteggere i consumatori in un panorama finanziario in rapida evoluzione (i volumi delle transazioni BNPL sono aumentati di dieci volte tra il 2019 e il 2021). :grafico_con_tendenza_in_aumento:
Negli ultimi anni, i servizi BNPL hanno guadagnato una popolarità enorme, specialmente tra i giovani, offrendo un’alternativa apparentemente semplice e senza interessi alle carte di credito tradizionali. Tuttavia, questa popolarità ha sollevato preoccupazioni circa il potenziale per l’accumulo di debiti e la mancanza di trasparenza nelle pratiche di pagamento. 
:freccia_destra: Regolamentare i fornitori BNPL significa assicurare che i consumatori abbiano accesso alle stesse protezioni come quando usano una carta di credito. Questo include la possibilità di risolvere le dispute, ottenere rimborsi per prodotti restituiti o servizi annullati e ricevere estratti conto periodici che li aiutino a gestire meglio le proprie finanze. In un contesto in cui l’indebitamento può rapidamente diventare una trappola, queste misure sono essenziali per mantenere un mercato equo e trasparente. Dal punto di vista dei fornitori BNPL, l’adattamento alle nuove normative potrebbe rappresentare una sfida, ma è anche un’opportunità per migliorare la fiducia dei consumatori nei loro servizi. Alcuni di loro, come #Klarna e
#Affirm, già rispettano determinate pratiche di protezione dei consumatori, il che dimostra che l’industria è in grado di conformarsi a standard più rigorosi senza compromettere la propria innovatività. Poi bisogna vedere se il gioco produce della marginalità ma questo sembra sempre non importare a nessuno. L’approccio proattivo americano potrebbe ispirare altri enti regolatori a livello globale a seguire un percorso simile, assicurando che l’intero settore finanziario operi su una base di trasparenza e responsabilità.
:faccia_pensosa: Da oltre 1 anno e mezzo sento dire in Italia: “ah ma adesso arriva la stangata per il settore del BNPL”, ma non mi sembra sia cambiato qualcosa. Di solito siamo noi europei a dare lezioni di stile agli USA, questa volta forse sono stati più veloci loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *