[ BNPL per il Business ] Ecommerce – Boom degli acquisti online nel 2024, ma quali sono i settori più performanti del Made in Italy?

Osservatorio eCommerce B2C: l’incidenza dei consumi online sui consumi totali (online+offline) rimane stabile.

 

Gli acquisti online di prodotto nel 2024 hanno raggiunto un valore complessivo di circa 38,6 miliardi di euro, registrando un incremento del +6% rispetto all’anno precedente. Tra i vari settori, l’Arredamento e home living emerge come il più performante, con una crescita del +12%, sostenuta da una migliore customer experience, dall’uso della Extended Reality e dall’offerta di servizi logistici di valore aggiunto.

Il settore dell’auto e ricambi accelera


Subito dopo l’Arredamento, il settore dell’Auto e Ricambi segna un aumento del +10%, raggiungendo quota 3,2 miliardi di euro grazie alla vendita online di automobili e pezzi di ricambio. Questo segmento beneficia della crescente fiduciadei consumatori nelle transazioni online per acquisti di valore significativo e nella disponibilità di un’ampia gamma di prodotti facilmente accessibili tramite e-commerce.

Food&grocery recupera terreno


Il comparto del Food&Grocery mostra una ripresa significativa con una crescita del +8%, dopo aver subito una contrazione del 2% nel 2023.
Nel 2024, questo settore vale 4,6 miliardi di euro e comprende tre segmenti principali: Food Delivery, Grocery Alimentare ed Enogastronomia. In particolare, il servizio di Food Delivery ha visto un incremento del 2% nella copertura dei comuni italiani, raggiungendo il 76% degli abitanti, e proseguendo l’espansione anche nei piccoli comuni con meno di 20.000 abitanti. l’onnipresenza dell’informatica e dell’elettronica di consumo.

L’Informatica e l’Elettronica di consumo mantengono una posizione di rilievo, con una crescita del +6% rispetto al 2023 e un valore complessivo di 9 miliardi di euro. Questo settore si conferma con l’incidenza più alta delle vendite online, pari al 42% della spesa complessiva, in crescita rispetto al 40% dell’anno precedente. Il settore si distingue per l’adozione di tecnologie avanzate e per la continua innovazione nei prodotti offerti, che attirano sempre più consumatori verso l’e-commerce.

Il sorpasso dell’arredamento sull’abbigliamento

Un dato interessante emerso dall’analisi dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano è il sorpasso del settore Arredamento e home living sull’Abbigliamento. L’incidenza delle vendite online per l’Arredamento è passata dal 17% al 19% nel 2024, mentre l’Abbigliamento è rimasto stabile al 18%. Questo cambiamento riflette l’evoluzione delle preferenze dei consumatori, che mostrano un crescente interesse per prodotti destinati a migliorare la qualità della vita domestica.

Beauty&pharma: un settore in crescita


Anche il comparto Beauty&Pharma, che comprende prodotti farmaceutici e per la cura e l’igiene personale, ha registrato una crescita dell’8% rispetto al 2023, raggiungendo un valore di 2,8 miliardi di euro. La personalizzazione dell’esperienza di acquisto e la consulenza mirata sono elementi chiave che stanno trainando il settore, sempre più orientato alla soddisfazione e alla fidelizzazione dei clienti.

Prospettive future


Con una penetrazione dell’online sui consumi totali stabile all’11%, l’e-commerce di prodotto continua a rappresentare una parte significativa del mercato italiano. La crescente fiducia dei consumatori nelle piattaforme digitali e la continua innovazione tecnologica sono fattori che promettono ulteriori sviluppi positivi per il settore.

La sfida per le aziende sarà quella di continuare a migliorare la customer experience e di sfruttare le nuove tecnologie per mantenere un vantaggio competitivo in un mercato sempre più dinamico e competitivo. “Nel corso di questi primi mesi del 2024, l’eCommerce di prodotto mostra aspetti diversi. Da un lato proseguono gli investimenti nell’ottimizzazione di attività e processi per rimanere competitivi in un contesto altamente instabile. Dall’altro lato si sperimentano progetti più audaci e sofisticati: i retailer più innovativi osano con le innovazioni tecnologiche di frontiera e riscoprono il valore del negozio fisico al fianco dell’iniziativa eCommerce”, dichiara Valentina Pontiggia, Direttrice dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano. “Da segnalare come particolarmente positiva la crescita del comparto Food & Grocery: un piccolo passo in un comparto così rilevante (principale voce di spesa delle famiglie italiane) e poco maturo (bassa penetrazione) come il Food&Grocery genera un grande contributo nell’eCommerce totale. Per concludere, dovrebbe crescere molto bene anche il settore Auto e Ricambi sotto la spinta degli incentivi attesi per l’acquisto di auto elettriche”.

A confermare il trend di crescita dell’eCommerce è anche l’ultima edizione del Delivery Indexche monitora i volumi delle spedizioni eCommerce in Italia, secondo cui sono 186 milioni i pacchi spediti come risultato di acquisti online nel primo trimestre del 2024, in aumento del 13,5% rispetto allo stesso periodo del 2023″, commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm. “Se la crescita del mercato è costante, così come il numero di acquirenti digitali nel nostro Paese, che oggi sono 33,7 milioni secondo la ricerca NetRetail, le aziende e i negozi sono ancora indietro nel processo di integrazione tra canali di vendita online e offline. Sono necessari investimenti infrastrutturali e di sistema che consentano una evoluzione delle competenze dei professionisti e delle capacità di investimento delle PMI italiane”.

Fonte: BusinessCommunity

#buynowpaylater #bnpl #b2b #ecommerce #openbanking #psd2
#fintech #future #credito #cashflow #Allianztrade #money #startups #innovation
#InnovazioneAziendale #PagamentiFlessibili #BusinessIntelligence
#InStore #PayLink #Allianztradeitalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *