[BNPL for Business] Recensioni online: come “difendersi” da quelle false

Distinguere tra recensioni autentiche e non, può aiutarci a compiere decisioni di acquisto informate e affidabili, risparmiandoci brutte sorprese ed esperienze negative. Sono sufficienti un occhio critico e un po’ di investigazione.

Che si tratti di prodotti di vario genere come cibo o elettrodomestici, ristoranti, alberghi o viaggi (in primo piano fra gli acquisti del periodo), le recensioni online sono diventate uno strumento fondamentale per i consumatori, anche se, con la loro crescente influenza, è aumentata anche la diffusione di false valutazioni. Ma come riconoscerle? Ecco alcuni suggerimenti.

Utili, se autentiche

Secondo dati recenti, il 95% delle persone afferma che le recensioni sono utili quando si prendono decisioni d’acquisto. In relazione a questa crescente importanza, alcuni venditori, persino grandi marchi, hanno iniziato a utilizzarne di false, sia per far sembrare migliori i propri prodotti, sia per screditare i concorrenti. Altre rilevazioni hanno messo in evidenza come ben il 31% delle recensioni lasciate su alcuni fra i più importanti siti di e-commerce fossero false. Strumenti come l’analisi del linguaggio, un attento esame del profilo del recensore, riconoscere schemi sospetti, e ancora, valutare la coerenza e ricorrere a siti specializzati può aiutarci a distinguere tra recensioni veritiere e ingannevoli.

Controllare linguaggio e coerenza

Recensioni eccessivamente entusiastiche o estremamente negative potrebbero essere sospette. Se una recensione sembra troppo bella per essere vera eccessivamente critica, senza dettagli concreti o specifici, potrebbe essere falsa. Espressioni come “ottimo prodotto” o “pessimo servizio” senza esempi concreti sono sospette. Poco utili anche le recensioni molto brevi (cioè con espressioni tipo “fantastico!!”, “adoro questo articolo”, “prodotto eccellente”); c’è una forte probabilità che siano false, utilizzate per aumentare la valutazione in stelle dell’articolo.

Allo stesso modo, recensioni che ne contraddicono altre autentiche per lo stesso prodotto possono essere state create ad hoc da qualche competitor per denigrare un prodotto o un servizio “concorrente”. Sempre meglio, dunque, non essere frettolosi e prendersi del tempo per leggere altre recensioni, più approfondite, che forniscano maggiori informazioni sul prodotto e sull’esperienza del cliente. In genere, quelle autentiche tendono a fornire dettagli specifici sull’esperienza con il prodotto o il servizio.

Profilo del recensore e schemi nei commenti

Profili con pochissime recensioni o con recensioni pubblicate tutte nello stesso giorno possono essere falsi. Se un utente ha recensito solo prodotti di un’unica azienda o settore, potrebbe essere pagato per farlo. Se molti commenti riportano frasi o parole simili, potrebbero essere generati dallo stesso autore. Molti commenti pubblicati in un breve lasso di tempo possono indicare una campagna di recensioni false.

Distribuzione delle valutazioni

Il fatto che un prodotto presenti molte recensioni da 4 – 5 stelle o più e poche recensioni intermedie può significare che è veramente eccellente, o indicare che qualcosa non va. In genere, le distribuzioni di valutazioni più autentiche tendono ad avere una curva più naturale. Provare a leggere anche recensioni con punteggi medi o bassi, può rivelarsi utile per ottenere una visione equilibrata di ciò che le persone stanno dicendo.

Recensioni verificate e fonti affidabili

Se non ci si può puoi fidare della persona che scrive la recensione, non si può dare credito a ciò che ha scritto. Le recensioni verificate sono generalmente più affidabili. Molti siti offrono la possibilità di vedere se una recensione è stata lasciata da qualcuno che ha realmente acquistato il prodotto. Inoltre quelle di blogger e siti di recensioni professionali possono offrire approfondimenti più affidabili rispetto a recensioni lasciate da utenti anonimi.

Si tenga anche conto che, a volte, le recensioni dei clienti possono essere condizionate e limitate dall’inesperienza del recensore stesso. Per questo, le recensioni degli esperti sono particolarmente importanti quando si effettuano acquisti di alto valore. In questo senso, esaminare il reviewer stesso può fare la differenza: ha scritto molte recensioni? In quanto tempo? Come detto, i reviewer che scrivono molte valutazioni in un breve periodo di tempo sono molto probabilmente falsi. Allo stesso tempo, diffidare sempre di account che hanno scritto un’unica recensione.

Strumenti online

Alcuni siti web e strumenti online sono specializzati nel rilevare recensioni false. Trustpilot e FakeSpot sono esempi di piattaforme che analizzano le recensioni e forniscono valutazioni di affidabilità. In particolare FakeSpot, ma anche ReviewMeta, utilizzano analisi avanzate del linguaggio per valutare se le recensioni siano reali o false. Basta incollare l’URL (per intenderci, l’indirizzo web che inizia con la sequenza http:// ) di un prodotto e fare clic su “Analizza”. Entrambi questi siti forniscono un punteggio che indica quante recensioni “sospette” siano state scritte. In caso il prodotto avesse ricevuto una grande quantità di recensioni false, comparirà anche un avviso.

Importante, dunque, impiegare più criteri di valutazione fra quelli descritti. Anche le immagini utilizzate possono essere verificate tramite una ricerca inversa, per vedere se sono state usate altrove.

(Fonte: IlGiornale)

#buynowpaylater #bnpl #b2b #ecommerce #openbanking #psd2
#fintech #future #credito #cashflow #Allianztrade #money #startups #innovation
#InnovazioneAziendale #PagamentiFlessibili #BusinessIntelligence
#InStore #PayLink #Allianztradeitalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *